Altre lingue:

Racconta il tuo Angelo: il Miracolo di un Angelo di nome Sara

Padre Francesco Ferrari ha appena terminato la celebrazione della Messa. Impartisce la benedizione finale e conclude: “Vi devo dare una notizia che ritengo importante: a San Martino in Colle (PG), sulla tomba della piccola Sara Mariucci, una signora ammalata di tumore, l’8 dicembre scorso sostiene di aver visto la Madonna insieme alla nostra Sara. Due giorni dopo, ricoverata in ospedale per l’ultima risonanza prima di sottoporsi a un delicatissimo intervento chirurgico, i medici hanno scoperto che il tumore era sparito. Personalmente lo ritengo un miracolo, e comunque ho già avvertito il nostro vescovo Ceccobelli”.

Una guarigione miracolosa insomma, avvenuta dopo l’apparizione della Madonna, sulla tomba di Sara Mariucci, la bimba fulminata il 5 agosto 2006, a 3 anni e 7 mesi sulle giostre mentre era in vacanza in Calabria e la cui morte, fin dal primo istante, è stata interpretata come un segno su cui riflettere, che può dare nuova pace e speranza.

E non è il primo fatto strano associato a quel piccolo angelo salito in cielo. Tempo fa un giovane sacerdote proveniente dal Congo, esattamente da Kenge, studente a Roma e ospite di una parrocchia della periferia eugubina, era stato ricoverato in condizioni gravissime, disperate, in imminente pericolo di vita, all’ospedale “Silvestrini” di Perugia. Il vescovo eugubino, Ceccobelli, è andato a trovarlo regalandogli un ricordino di Sara. Il giovane sacerdote lo ha baciato e messo sotto il cuscino. Da allora la sua situazione è lentamente migliorata.

Antonella (il nome è di pura fantasia) sta male. I medici le hanno diagnosticato da tempo un cancro al midollo spinale. Si è sottoposta a diverse risonanze e tutte hanno dato lo stesso responso: tumore maligno. Deve operarsi, anche se l’asportazione del male richiede un intervento chirurgico delicatissimo. L’operazione viene fissata per il 10 dicembre. Qualche giorno prima Antonella decide di venire a trovare una sua amica che vive a San Martino in Colle. La mattina dell’8 dicembre, il giorno dell’Immacolata, insieme vanno a messa, celebrata da Padre Francesco Ferrari, nella chiesa della frazione eugubina. Durante la celebrazione religiosa Antonella avverte una sensazione strana. E al termine insieme all’amica si reca sulla tomba della piccola Sara. “Proprio lì – conferma padre Francesco – sostiene di aver visto la Madonna insieme a Sara. E la cosa più importante è che lo ha messo anche per scritto in una sua precisa e circostanziata testimonianza che abbiamo raccolto riferendone al vescovo Ceccobelli”. Il giorno dopo, 9 dicembre, Antonella torna a casa. E il giorno dopo ancora si reca in ospedale: deve sottoporsi agli ultimi esami e poi all’operazione già programmata da tempo. Ma la risposta dell’ultima risonanza è sconcertante: non c’è più alcuna traccia del tumore. Antonella è guarita.

Io sono Sara

 

 

la Storia di Sara

 

il Blog di Sara

 

La Festa
Both comments and pings are currently closed. Questo articolo è stato letto 72.159 volte.

Comments are closed.

PROGRAMMA 2018locandina-2018_300
LA T-SHIRT  DELLA  SOLIDARIETA' 2018

300


  • Seguici su

    • Facebook
    • Twitter
    • Google Plus
    • Feed RSS
    • Newsletter
    • Contatti
    • Android